“Agitu Gudeta” di Rita Marconi

Agitu Gudeta

Hanno scritto

il mio nome

nello spazio bianco

dove tu

hai cancellato

i miei sogni

mi chiamavamo

Agitu

le lettere nere

incise nel marmo

come profonde

cicatrici

 

Rita Marconi

******

 

Madre non piangere

non ero sola

quando la mano

mi ha rubato la vita

il corpo violato

graffiato da spine

ho chiuso gli occhi

stringendo il tuo viso

tra le ciglia abbassate

******

                                                                                                        Rita Marconi