“Caffè sull’acqua” di Gabriella Braglia Luciani

Caffè sull’acqua

Oasi di pace

una distesa

sull’acqua

fresca ombra

impareggiabile

serenità.

 

Verde acqua

che scivola

lenta nei canali

gerani alle finestre

vociare confuso

di idiomi

 

 

Oh, le cadenze

a me care!

Profumo di pesce

alla brace

richiamo olfattivo

che conduce

a tavolate fumanti

 

 

Un tuffo nel passato

visi

sfumati nel ricordo

appaiono nel presente

con sembianze

che vagheggiano

la trascorsa gioventù

Incontri

che scaldano il cuore.

 

 

Comacchio

(piccola Venezia

del mio cuore)

ti ritrovo

nell’aria

salmastra e amara

dei canali

nei ponti scoscesi

(oh, quanti ricordi)

nell’acciottolato

ostico al passo

nelle immagini votive

all’angolo

dei “segue numerazione”

 

 

Ti ritrovo

nelle tue Chiese

ricche di luci

fulcro e simbolo

di ogni Rione

 

 

Nella piacevole brezza

che accarezzando

le valli

arriva dal mare

 

 

Nel suono festoso

delle campane

in una calda domenica

di ottobre.

 

 

(Comacchio, ottobre 2010)

 

(Gabriella Braglia Luciani)